Bonus

Bonus sociale


Il bonus sociale rappresenta un contributo economico erogato ai clienti aventi diritto a seguito di specifica richiesta. Questo strumento è stato istituito dal Governo con il D.M. del 28/12/2007 e reso operativo dalla Delibera ARG/gas n. 88 del 2009, con lo scopo di garantire alle famiglie con disagio economico una riduzione della spesa per le bollette di gas ed energia elettrica.
Gli aventi diritto possono accedere al bonus sociale presentando domanda presso gli sportelli del proprio Comune di residenza o presso i soggetti abilitati (quali CAF e commercialisti) ed utilizzando la modulistica predisposta allo scopo e reperibile sul sito dell’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico all’indirizzo www.autorita.energia.it.

La pratica, gratuita, va avviata compilando la documentazione con i dati richiesti, relativi al nominativo dell’avente diritto: la residenza, la composizione del nucleo familiare, le caratteristiche della fornitura (reperibili sulla bolletta), oltre alla certificazione ISEE.

Hanno diritto ad usufruire dell’agevolazione quei clienti domestici che utilizzano gas naturale e/o energia elettrica per la propria abitazione, il cui indicatore ISEE non supera i 8.107,50 euro. Nel caso di famiglie numerose (con più di 3 figli a carico), l’ISEE non deve superare i 20.000 euro.
Nel caso di fornitura di gas naturale, possono accedere al bonus sociale per disagio economico tutti i clienti domestici aventi una fornitura nel comune di residenza con misuratore di calibro non superiore a G6.
In questo caso il contributo viene erogato separatamente nella bolletta, in detrazione dei corrispettivi fissi per l’uso della rete di distribuzione, con indicazione della sua presenza attraverso messaggio in fattura. Il bonus sociale è erogato anche ai clienti domestici che usufruiscono di impianti condominiali alimentati a gas naturale; in questo caso l’importo viene attribuito con un bonifico domiciliato.

Relativamente alla fornitura di energia elettrica, hanno diritto al bonus per disagio fisico tutti i clienti domestici che dispongano di una certificazione ASL che dichiari la presenza, presso il punto di prelievo oggetto dell’agevolazione, di persone che versano in gravi condizioni di salute, tali da richiedere l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali necessarie per l’esistenza in vita.
Il contributo, riconosciuto per 12 mesi, è rinnovabile dietro presentazione della opportuna documentazione aggiornata presso il proprio Comune e la scadenza è segnalata con un’apposita comunicazione.
Ogni cittadino può seguire lo stato della propria pratica online attraverso il portale www.bonusenergia.anci.it, collegandosi alla sezione riservata “Controlla on line la tua pratica”.
Qualora ricorrano le condizioni previste, i beneficiari possono ottenere la corresponsione del bonus sia per la fornitura di gas naturale che per la fornitura di energia elettrica.

Maggiori informazioni sono reperibili nella sezione dedicata del sito internet dell’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico all’indirizzo www.autorita.energia.it oppure attraverso il Call Center al numero verde 800.166.654, attivo tutti i giorni della settimana, dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle ore 18:00.