Comunicazioni

CHI BUSSA ALLA TUA PORTA?


ègreen NON SI AVVALE DI PERSONALE PER SERVIZI A DOMICILIO

ègreen non si avvale di personale per servizi a domicilio e nessuno è autorizzato a riscuotere o restituire denaro a casa tua né tantomeno a leggere il contatore del gas o dell’energia elettrica per nostro conto.

Pertanto ti invitiamo a segnalare alle autorità competenti chiunque si presentasse al tuo indirizzo, per scongiurare possibili tentativi di truffa o raggiro.

Il nostro Servizio Clienti al 342 0016802 è a tua disposizione per assistenza e per qualsiasi dubbio.


COMUNICAZIONI PER I COMUNI TERREMOTATI


AGEVOLAZIONI TARIFFARIE E RATEIZZAZIONE PAGAMENTI ZONE TERREMOTATE.

I clienti che sono stati interessati dagli eventi sismici verificatisi il 24 Agosto 2016, il 26 Ottobre 2016 e il 18 Gennaio 2017, hanno diritto ad ottenere le agevolazioni previste dalle disposizioni emanate dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) che hanno previsto le agevolazioni a favore delle utenze delle zone colpite dal sisma, le modalità di ottenimento delle stesse, le modalità di rateizzazione delle fatture sospese, il recupero delle anticipazioni finanziarie e le compensazioni – a favore di Acquirente Unico e dei venditori – dei minori ricavi dall’applicazione delle suddette agevolazioni, individuati nella Delibera 252/2017/R/com.
Per un periodo di 36 mesi, a partire dalla data del sisma, gli utenti hanno diritto alle seguenti agevolazioni:
a) La deliberazione 252/2017/R/com dell’AEEGSI prevede che per tutti coloro la cui abitazione si sia resa inagibile a causa del terremoto, vengano azzerati i costi per nuove connessioni, disattivazioni, riattivazioni e volture delle utenze per la fornitura di elettricità, gas naturale, altro gas distribuito attraverso reti canalizzate, acquedotti, fognature e depurazioni.
b) non applicazione delle componenti tariffarie, a copertura dei costi di rete e degli oneri generali.
Non sarà necessario seguire un iter speciale per ottenere le agevolazioni offerte dall’AEEGSI alle popolazioni colpite dal terremoto: verranno applicate automaticamente alle utenze esistenti ed attive alla data dell’evento sismico, nei comuni interessati dal sisma.
Queste agevolazioni possono essere cumulate con le altre già previste per le famiglie disagiate, ed in particolare con bonus gas e bonus luce per i quali i termini di scadenza delle domande di rinnovo sono stati allineati ai termini indicati per la ripresa dell’attività di fatturazione.
Risultano quindi sospesi:
a) gli effetti della decorrenza dei termini di scadenza delle domande di rinnovo;
b) il flusso delle comunicazioni finalizzato a fornire informazioni ai cittadini sull’ammissibilità al regime di compensazione e sulla necessità di rinnovo;
c) l’invio delle comunicazioni ai cittadini circa l’emissione di bonifici domiciliati e l’accettazione delle domande di riemissione dei bonifici non riscossi.
Riguardo ai beneficiari, l’AEEGSI ha garantito la “portabilità” dell’agevolazione (automatica e non), che sarà quindi fruibile dai soggetti che, avendo la propria abitazione inagibile, sono costretti a trasferirsi in un’altra località, anche se situata in comuni diversi da quelli ex allegato 1, 2 e 2 bis del Dl 189/16.
La ripresa della fatturazione dovrà avvenire entro:
- il 31 Dicembre 2017, per i clienti colpiti dai sismi di Agosto e Ottobre 2016 con casa agibile;
- 6 mesi dopo la fine del periodo di sospensione dei pagamenti, per tutti i clienti colpiti dal sisma di Gennaio 2017 e per quelli colpiti precedentemente con casa inagibile.
Il venditore potrà emettere un’unica fattura:
- con competenza dall’inizio della sospensione dei pagamenti fino alla data di emissione della fattura;
- contabilizzante le agevolazioni ed eventuali conguagli, qualora nel frattempo siano state comunque emesse fatture;
- da rateizzare, qualora l’importo complessivo sia pari o superiore a Euro 50 – fatto salvo il saldo in una unica soluzione o la negoziazione di un piano di rientro con un numero di rate condiviso – in minimo ventiquattro mesi, senza l’applicazione di interessi, coerentemente con la periodicità di fatturazione applicata al cliente e con rate non inferiori a Euro 20.

 


CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE


Norme di trasparenza e correttezza per il libero mercato dell'energia

Tutti i clienti sono liberi di scegliere il proprio fornitore di energia elettrica e/o di gas naturale ed il contratto di fornitura che meglio risponde alle proprie esigenze. Aderendo al contratto che Le è stato sottoposto o sottoscrivendo la relativa proposta contrattuale Lei entrerà/rimarrà nel mercato libero.

Il Codice di condotta commerciale contiene norme di comportamento finalizzate a garantire la necessaria trasparenza e correttezza delle offerte commerciali nel libero mercato, alternative alle condizioni di fornitura di riferimento definite dall’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) ed è espressamente previsto da specifiche disposizioni (Delibera ARG/com 104/10 del 08/07/2010 e ss.mm.ii.). Per ulteriori informazioni sul Codice di condotta commerciale e più in generale sui diritti del cliente può visitare il sito www.autorita.energia.it o chiamare il numero verde 800.166.654.

Di seguito vengono riassunte, come promemoria, le informazioni che devono essere fornite nel corso della presentazione di una offerta contrattuale.

1. Trasparenza delle proposte contrattuali

Chiunque entri in contatto con un cliente per proporgli un nuovo contratto deve sempre:

- identificarsi, specificare la società di vendita per cui opera e fornire i recapiti attraverso i quali può essere contattata;

- offrire sempre al cliente la possibilità di sottoscrivere un contratto alle condizioni e al prezzo di riferimento stabilito dall’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico;

- fornire al cliente informazioni dettagliate sul contratto proposto;

- specificare i tempi necessari e gli eventuali costi da sostenere per l’avvio del servizio;

- indicare le condizioni che limitano la possibilità di aderire all’offerta contrattuale proposta.

Se il cliente viene contattato per telefono, il venditore deve indicare come ottenere le informazioni in forma scritta.

2. Il contratto

Il contratto deve indicare l’identità e l’indirizzo della società di vendita e deve contenere almeno le seguenti clausole:

- tutte le prestazioni che saranno fornite al cliente;

- la data di avvio del servizio e la durata del contratto;

- il prezzo del servizio e le sue possibili variazioni nel tempo;

- le eventuali garanzie che il cliente deve fornire alla società di vendita per ottenere il servizio (ad esempio, un deposito cauzionale);

- tutti gli oneri e le spese a carico del cliente;

- come e quando saranno misurati i consumi;

- quando saranno emesse le bollette, quando e in che modo il cliente dovrà pagarle;

- le conseguenze per il cliente che non paga le bollette entro la scadenza prestabilita;

- i casi in cui la società di vendita deve versare al cliente un indennizzo automatico come fare per ottenere informazioni, presentare un reclamo o risolvere una controversia con la società di vendita.

3. Documentazione e diritto di ripensamento

Al momento della sottoscrizione, il cliente deve ricevere una copia scritta del contratto. Se il contratto viene stipulato in un luogo diverso dagli uffici o dagli sportelli della società di vendita (ad esempio, a casa del cliente o in un centro commerciale), il cliente può recedere dal contratto senza spese entro 10 giorni dalla stipula.

4. Riepilogo

Prima di aderire ad un nuovo contratto di fornitura di gas, verifichi quindi che chi le ha proposto il contratto:

- abbia indicato il nome e un recapito della società di vendita del gas;

- abbia offerto la possibilità di stipulare un contratto alle condizioni di riferimento definite dall’Autorità;

- abbia fornito informazioni chiare su:

• il prezzo del servizio e le sue possibili variazioni nel tempo

• le altre spese a carico del cliente previste dal contratto

• la durata del contratto

• come e quando saranno misurati i consumi

• con quali scadenze dovrà essere pagato il servizio

• i tempi per l’avvio del servizio

- abbia consegnato una copia scritta del contratto;

- abbia previsto nel contratto tutte le clausole fondamentali indicate dall’Autorità e riassunte al punto 2 della presente nota informativa.